Commercialista Smart

Il tuo consulente in un click

CREDITO D’IMPOSTA ACQUISTO REGISTRATORI TELEMATICI

REGISTRATORI TELEMATICI: I TEMPI DELL’ADEGUAMENTO

Come prevede l’art. 2 del D.Lgs. 127/2015 vige l’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate a decorrere dai seguenti termini differenziati:

  • Dal 1° luglio 2019 per i contribuenti che nell’anno 2018 hanno realizzato un volume d’affari superiore ad euro 400.000,00 (dato riscontrabile dalle dichiarazioni IVA 2019).
  • Dal 1° gennaio 2020 per tutti gli altri contribuenti.
CREDITO D’IMPOSTA:  IN COSA CONSISTE

L’Agenzia delle Entrate , in base a quanto disposto al D.L. n.119/2018, con provvedimento prot. n.49842 del 28.02.2019 ha definito le modalità di fruizione del credito d’imposta.

Nello specifico l’art, 17 del D.L 119/2018 introduce per il biennio 2019 e 2020, di poter beneficiare di un credito d’imposta nella fattispecie in cui il contribuente abbia sostenuto spese per l’acquisto o l’ adattamento delle apparecchiature per mezzo delle quali effettuare la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi giornalieri.

E’ previsto un credito d’imposta pari al 50% della spesa sostenuta per singolo apparecchio fino ad un massimo di:

  • 250 euro in caso di acquisto di nuove apparecchiature
  • 50 euro in caso di adattamento di apparecchiature già esistenti.

 

REGISTRATORI TELEMATICI: MODALITA’ E TERMINI PER LA FRUIZIONE DEL CREDITO

L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento prot. n. 49842/2019 ha stabilito che la spesa effettuata deve essere documentata da fattura e che il relativo pagamento deve essere tracciabile.

Sono ammesse le seguenti modalità di pagamento:

  • Addebito diretto
  • Bonifico bancari – postale
  • Bollettino postale
  • Carte di credito, debito prepagate
  • Altri strumenti di pagamento elettronico che consentono l’addebito in conto corrente
  • NO CONTANTI.

 Il contributo è concesso all’esercente come credito d’imposta di pari importo utilizzabile in compensazione tramite modello F24, a decorrere dalla prima liquidazione periodica IVA successiva al mese in cui è registrata la fattura d’acquisto o di adattamento del misuratore fiscale.

Precisazione

Con la Circolare n.3/2020 l’Agenzia delle Entrate ha specificato che a beneficiare del contributo saranno anche coloro che utilizzano gli strumenti nuovi o adattati sostenendo la relativa spesa nel periodo indicato, ma che ne diventeranno gli effettivi proprietari solo in una fase successiva ed eventuale, ovvero in caso di leasing. Altresì saranno esclusi da tale credito d’imposta tutti coloro che acquisteranno gli strumenti non per un uso diretto ma per una successiva cessione a vario titolo (nel caso del leasing il cedente c.d. “lessor”).

 

CREDITO D’IMPOSTA: CONTRIBUENTI MENSILI IVA

Per gli esercenti che liquidano l’IVA mensilmente affinchè possano beneficiare del suddetto credito d’imposta devono aver soddisfatto le seguenti condizioni:

  • la fattura relativa all’acquisto o adattamento dello strumento fiscale deve essere stata registrata in contabilità,
  • la sopracitata fattura deve essere stata pagata con modalità tracciabili.

Una volta assolte queste due condizioni il credito potrà esse utilizzato in compensazione il 16 del mese successivo, giorno in cui cade la liquidazione Iva successiva al mese in cui sono stati soddisfatti i due requisiti precedenti.

 

CREDITO D’IMPOSTA: CONTRIBUENTI TRIMESTRALI IVA

Laddove l’esercente liquidi l’IVA trimestralmente, potrà usufruire del credito d’imposta  di pari importo, utilizzabile in compensazione tramite F24, a decorrere dalla prima liquidazione IVA successiva al mese in cui la fattura di acquisto o adattamento sia stata registrata in contabilità fermo restando aver assolto le due condizioni:

  • la fattura relativa all’acquisto o adattamento dello strumento fiscale deve essere stata registrata in contabilità,
  • la sopracitata fattura deve essere stata pagata con modalità tracciabili.

 

CREDITO D’IMPOSTA: CONTRIBUENTI FORFETTARI.

Anche i contribuenti forfettari, dal 1 gennaio 2020 hanno l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 3/2020 ha chiarito che il credito d’imposta potrà essere utilizzato dal mese successivo all’acquisto o adattamento del dispositivo e ovviamente all’avvenuto pagamento della fattura.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
CREDITO D'IMPOSTA

commercialistasmartadmin • 06/03/2020


Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Specify Facebook App ID in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Specify Twitter Consumer Key and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Twitter Login to work

Specify LinkedIn API Key in Super Socializer > Social Login section in admin panel for LinkedIn Login to work

Specify GooglePlus Client ID in Super Socializer > Social Login section in admin panel for GooglePlus Login to work