Commercialista Smart

Il tuo consulente in un click

CORONAVIRUS: DECRETO RISTORI BIS

DECRETO RISTORI BIS

Pubblicato il Decreto legge del 9 novembre 2020 n. 149 contenente ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. Tra le novità delle misure introdotte:

  • Contributi a fondo perduto;
  • Contributi per le attività con sede nei centri commerciali e per le industrie alimentari;
  • Credito d’imposta sugli affitti commerciali;
  • Sospensione dei versamenti;
  • Cancellazione della seconda rata dell’IMU;
  • Sospensione dei contributi previdenziali;
  • Rinvio del secondo acconto Ires e Irap per i soggetti a cui si applicano gli Isa;
  • Bonus baby sitter e congedo straordinario

 

RISTORI BIS: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

Il contributo già previsto dal Decreto Ristori è aumentato di un ulteriore 50% relativamente alle seguenti attività che hanno domicilio fiscale o sede operativa nelle zone arancione e rossa:

  • 561030 – gelaterie e pasticcerie,
  • 561041 – gelaterie e pasticcerie ambulanti,
  • 563000 – bar e altri esercizi simili senza cucina
  • e 551000 – Alberghi

 

RISTORI BIS: CONTRIBUTO ATTIVITA’ CENTRI COMMERCIALI E INDUSTRIE ALIMENTARI

Prevista la costituzione di un fondo per ristorare con un contributo a fondo perduto le perdite subite dalle attività economiche che hanno sede nei centri commerciali e per le industrie alimentari. Il contributo viene erogato dall’Agenzia delle entrate previa presentazione di istanza secondo le modalità disciplinate dal provvedimento dell’Agenzia delle entrate.

 

RISTORI BIS: CREDITO D’IMPOSTA AFFITTI

Previsto un credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda con riferimento a ciascuno dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020. Rientrano nella suddetta agevolazione:

  • le imprese che svolgono le attività di cui ai codici ATECO 79.1, 79.11 e 79.12 e operano nelle zone ROSSE;
  • le imprese che svolgono le attività che danno titolo al riconoscimento del nuovo contributo a fondo perduto (Allegato 2 del decreto Ristori Bis) e operano nelle zone ROSSE .

 

RISTORI BIS: SOSPENSIONE DEI VERSAMENTI

Per i soggetti che esercitano attività economiche sospese è prevista la sospensione:

  • delle ritenute alla fonte;
  • dei pagamenti IVA per il mese di novembre.

I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021.

 

RISTORI BIS: CANCELLAZIONE RATA IMU

Cancellazione della seconda rata dell’IMU per le imprese che svolgono le attività di cui all’allegato 2 e che operano nelle Regioni ROSSE, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività.

 

RISTORI BIS: SOSPENSIONE CONTRIBUTI PREVIDENZIALI

Per le attività previste dal decreto-legge Ristori che operano nelle zone gialle vengono sospesi i contributi previdenziali e assistenziali per il mese di novembre. Per quelle delle zone arancioni e rosse la sospensione è riconosciuta per i mesi di novembre e dicembre. I pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021.

La predetta sospensione non opera relativamente ai premi per l’assicurazione obbligatoria INAIL.

 

RISTORI BIS: RINVIO IMPOSTE

Nei confronti dei soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale e che operano nelle aree ROSSE e per gli esercenti l’attivita’ di gestione di ristoranti nelle aree ARANCIONI viene disposta la proroga al 30 aprile 2021 del pagamento della seconda o unica rata dell’acconto di Ires e Irap.

 

RISTORI BIS: BONUS BABY SITTER

Nelle regioni ROSSE nelle quali è prevista la sospensione delle attività scolastiche nelle seconde e terze classi delle scuole secondarie di primo grado viene previsto per gli autonomi un bonus baby sitter da 1.000 euro e, nel caso in cui la prestazione di lavoro non possa essere resa in modalità agile, il congedo straordinario con il riconoscimento di un’indennità pari al 50 % della retribuzione mensile per i genitori lavoratori dipendenti. Per i lavoratori dipendenti quindi è esclusa la possibilità di accedere al nuovo bonus baby sitter di 1.000 euro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

commercialistasmartadmin • 10/11/2020


Previous Post

Lascia un commento

Specify Facebook App ID in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Specify Twitter Consumer Key and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Twitter Login to work

Specify LinkedIn API Key in Super Socializer > Social Login section in admin panel for LinkedIn Login to work

Specify GooglePlus Client ID in Super Socializer > Social Login section in admin panel for GooglePlus Login to work