Commercialista Smart

Il tuo consulente in un click

Agevolazioni relative ai lavoratori subordinati/parasubordinati a seguito del “DECRETO CURA ITALIA”

CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA

Le Regioni e Province autonome, con riferimento ai datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti possono riconoscere trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga, per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e comunque per un periodo non superiore a nove settimane. Per i lavoratori è riconosciuta la contribuzione figurativa e i relativi oneri accessori. La misura riguarda i dipendenti in forza alla data del 23 febbraio 2020.
Sono esclusi i datori di lavoro domestico.
Il trattamento è concesso esclusivamente con la modalità di pagamento diretto della prestazione da parte dell’INPS.

CONGEDO

Per l’anno 2020 a decorrere dal 5 marzo e per un periodo continuativo o frazionato comunque non superiore a quindici giorni, i genitori lavoratori dipendenti del settore privato hanno diritto a fruire per i figli di età non superiore ai 12 anni di uno specifico congedo, per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50 per cento della retribuzione.
La fruizione del congedo di cui al presente articolo è riconosciuta alternativamente ad entrambi i genitori, per un totale complessivo di quindici giorni, ed è subordinata alla condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o altro genitore disoccupato o non lavoratore.
Il limite di età non si applica in riferimento ai figli con disabilità in situazione di gravità accertata.
Per i figli minori, di età compresa tra i 12 e i 16 anni, vi è la possibilità di astenersi dal lavoro senza corresponsione di indennità né riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.
Queste disposizioni trovano applicazione anche nei confronti dei genitori affidatari.

BONUS

Per i lavoratori di cui al punto sopra è prevista la possibilità di scegliere la corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo complessivo di 600 euro. Il bonus viene erogato mediante il libretto famiglia.
Il bonus è altresì riconosciuto ai lavoratori autonomi non iscritti all’INPS, subordinatamente alla comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari.
Per i lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alla categoria dei medici, degli infermieri, dei tecnici di laboratorio biomedico, dei tecnici di radiologia medica e degli operatori sociosanitari, il bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting per l’assistenza e la sorveglianza dei figli minori fino a 12 anni di età è riconosciuto nel limite massimo complessivo di 1000 euro.
Ai fini dell’accesso al bonus il lavoratore presenta domanda tramite i canali telematici dell’Inps.

MALATTIA

Il periodo trascorso in quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva dai lavoratori del settore privato, è equiparato a malattia ai fini del trattamento economico previsto dalla normativa di riferimento e non è computabile ai fini del periodo di comporto.

PROROGA DOMANDE DISOCUPPAZIONE

Al fine di agevolare la presentazione delle domande di disoccupazione NASpI e DIS-COLL, in considerazione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, per gli eventi di cessazione involontaria dall’attività lavorativa verificatisi a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, i termini di decadenza sono ampliati da sessantotto a centoventotto giorni.

SOSPENSIONE LAVORATORI DOMESTICI

Sono sospesi i termini relativi ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria dovuti dai datori di lavoro domestico in scadenza nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 31 maggio 2020. I pagamenti sospesi sono effettuati entro il 10 giugno 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi.

PREMIO LAVORATORI DIPENDENTI

Ai titolari di redditi di lavoro dipendente che possiedono un reddito complessivo da lavoro dipendente dell’anno precedente di importo non superiore a 40.000 euro spetta un premio, per il mese di marzo 2020, che non concorre alla formazione del reddito, pari a 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel predetto mese.
I sostituti d’imposta riconoscono, in via automatica, l’incentivo di cui al comma 1 a partire dalla retribuzione corrisposta nel mese di aprile.

INCENTIVI EROGAZIONI LIBERALI

Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell’anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

 

SOSPENSIONE VERSAMENTI

Sospesi i termini dei versamenti scadenti dal 08.03.2020 al 31.05.2020 relativi a:
• cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione,
• avvisi di accertamento esecutivi emessi dall’Agenzia delle entrate,
• avvisi di addebito emessi dagli enti previdenziali,
• atti di accertamento esecutivi emessi dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli,
• ingiunzioni e atti esecutivi emessi dagli enti locali.
I versamenti dovranno essere effettuati, in un’unica soluzione, entro il 30.06.2020.
Dovranno essere versati entro il 31.05.2020:
• la rata della “rottamazione ter” scaduta il 28 febbraio 2020;
• la rata del “saldo e stralcio” in scadenza il 31 marzo.

 

SOSPENSIONE MUTUO PRIMA CASA

È riconosciuta la possibilità di chiedere la sospensione delle rate dei mutui sulla prima casa in caso di cessazione del lavoro subordinato a tempo indeterminato o determinato o cassa integrazione superiore a 30 giorni, cessazione del lavoro parasubordinato o di rappresentanza commerciale o di agenzia, morte o riconoscimento di grave handicap o di invalidità civile oltre l’80%.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

commercialistasmartadmin • 19/03/2020


Previous Post

Next Post

Lascia un commento

Specify Facebook App ID in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Specify Twitter Consumer Key and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Twitter Login to work

Specify LinkedIn API Key in Super Socializer > Social Login section in admin panel for LinkedIn Login to work

Specify GooglePlus Client ID in Super Socializer > Social Login section in admin panel for GooglePlus Login to work